Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali

EN IT
EN IT

Indagine sui ricercatori italiani all’estero – MAECI

Il Progetto “Indagine sui ricercatori italiani all’estero” nasce da un accordo tra il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche sociali-IRPPS) e il Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale (MAECI).

Nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali e scientifiche si intende sviluppare un’attività di studio relativa al tema della mobilità internazionale dei ricercatori e delle alte qualifiche nei diversi campi disciplinari e nei settori pubblico e privato, tramite indagine statistica promossa attraverso la somministrazione di un questionario elettronico strutturato. Per l’indagine verrano utilizzati vari canali tra cui il sito del Ministero “Innovitalia” ed altri siti di Associazioni di ricercatori italiani all’estero.

Il mondo negli ultimi anni ha attraversato una fase molto particolare: tendenze isolazioniste si sono affermate in molti paesi, la mobilità internazionale dei ricercatori, a lungo considerata positiva, è stata messa in discussione da provvedimenti che limitano i flussi di immigrazione e lo stesso processo di integrazione europea veniva messo in discussione.

Con la pandemia inoltre la vita dei ricercatori e delle ricercatrici che vivono all’estero è stata sconvolta ulteriormente. L’indagine potrà essere di grande aiuto per comprendere ed analizzare la situazione attuale e fornire strumenti di confronto e proposte di sviluppo sulle politiche  scientifiche del nostro Paese.

Per partecipare è sufficiente seguire il link

 

L’indagine si propone di approfondire i seguenti temi:

• Analisi dei fattori che hanno influenzato la decisione di lasciare l’Italia (push factors) e i fattori che hanno attratto i nostri connazionali che intendono dedicarsi alla ricerca ad andare nel paese ospite (pull factors).

• Il ruolo delle reti dei ricercatori italiani nei vari paesi e i problemi da affrontare nel paese nel quale lavorano.

• Valutazione dei programmi di collaborazione internazionale nella ricerca.

• Fattori di integrazione nei diversi sistemi di ricerca nazionali. La situazione della mobilità accademica e l’attuale condizione lavorativa.

• Valutazioni sull’efficacia ed utilità delle iniziative promosse dai vari Governi italiani finalizzate ad incentivare il rientro in Italia dei ricercatori che lavorano all’estero.

• Valutazione dell’efficacia e dell’utilità del coordinamento attuato dal Ministero degli Esteri italiano tramite gli addetti scientifici.

Personale IRPPS-CNR:

Sveva Avveduto (responsabile istituzionale della collaborazione),

Maria Carolina Brandi (referente per la gestione e il coordinamento scientifico delle attività oggetto della presente Convenzione),

Loredana Cerbara, Maria Girolama Caruso, Antonio Tintori, Nicolò Marchesini, Cristiana Crescimbene.

Altro personale CNR-Ufficio stampa:

Claudio Barchesi (già referente per la gestione e il coordinamento scientifico  delle attività oggetto della ricerca MAECI).

Personale MAECI:

Cons. Domenico Fornara (Capo Ufficio IX DGSP – responsabile istituzionale della collaborazione),

Bibliografia del Gruppo di Ricerca:

• Brandi M.C., Antonucci M.C., Crescimbene C. (2019). La mobilità e la Migrazione degli High Skilled in Avveduto (a cura di), Rapporto GETA Osservatorio Genere e Talenti, Ricerca: Femminile Plurale, IRPPS, CNR.

• Brandi M.C. (2017). L’emigrazione dei ricercatori italiani in un mondo che cambia, in Bonifazi C. (a cura di) Migrazioni e integrazioni nell’Italia di oggi, pp. 73-87, CNR-IRPPS ePublishing.

• Brandi M.C., Caruso M.G., DeAngelis S. e Mastroluca S. (2017). L’evoluzione del mercato del lavoro degli immigrati laureati: il fenomeno della overeducation dai censimenti del 2001 e 2011, International Journal of Migration Studies n. 206, pp. 181-213.

• Brandi M.C. (2016). Ricercatori via dall’Italia come e perché, in Italiani Europei 2/3, pp. 125-140, Solaris srl, Roma.

• Brandi M.C. (2014). L’emigrazione dei ricercatori italiani: cause ed implicazioni in: Fondazione Migrantes (a cura di), Rapporto Italiani nel mondo.

• Brandi M.C. L’emigrazione dei ricercatori italiani, audizione n. 27 del 16 Maggio 2012, Comitato per le questioni degli Italiani all’estero del Senato della Repubblica Italiana.

• Brandi M.C. (2010) (a cura di). Le migrazioni qualificate dall’Europa dell’Est verso l’Italia in: Studi Emigrazione/Migration Studies, XLVII, n. 179.

• Brandi M.C. Caruso MG, Cerbara L. (2010). L’inserimento nel mercato del lavoro degli immigrati altamente qualificati provenienti dall’ Europa dell’Est in: Studi Emigrazione/Migration Studies, XLVII, n. 179 pp. 557-578.

• Brandi M.C. (2010). Intellettuali romeni a Roma tra brain drain e brain waste, in: Studi Emigrazione/Migration Studies, XLVII, n. 179 pp. 608-627.

• Brandi M. C. (2010). Modelli interpretativi e le politiche di accoglienza delle migrazioni qualificate in: Studi Emigrazione/Migration Studies, XLVII, n. 179 pp. 523-541.

• Brandi M.C., Segnana M. L. (2008). Lavorare all’estero: fuga o investimento? In: Consorzio Interuniversitario Alma Laurea (a cura di) X Indagine AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati, Il Mulino.

• Brandi M.C., Caruso M.G., DeAngelis S. e Mastroluca S. (2008). Gli immigrati ad alta qualificazione secondo il Censimento italiano del 2001: occupazione e sottoccupazione in Studi Emigrazione/Migration Studies, n.172 893.

• Brandi M.C. (2006). “Portati dal vento” il nuovo mercato del lavoro scientifico: ricercatori più flessibili o più precari?, ODRADEK.

• Brandi M.C. (2006). La historia del brain drain in: CTS – Revista iberoamericana de ciência, tecnología y sociedad 3 (7), 65-85.

• Avveduto S. (2005). International mobility of scientists and engineers: A study on brain drain and obstacles to mobility in: Gabaldon T., Horta H., Meyer M. D., Pereira-Leal J. B. (a cura di), Career Paths and Mobility of Researchers in Europe, (Procedings of the Conference ESRM2004 and the MCFA Events at ESOF 2004), Gottingen, CUVILLIER VERGAR.

• Brandi M.C., Cerbara L. (2005). European Researchers Mobility: the Italian Case in: Gabaldon T., Horta H., Meyer M. D., Pereira-Leal J. B. (a cura di), Career Paths and Mobility of Researchers in Europe, (Procedings of the Conference ESRM2004 and the MCFA Events at ESOF 2004), Gottingen, CUVILLIER VERGAR.

• Avveduto S., Brandi M.C., Todisco E. (2004). Le migrazioni qualificate tra mobilità e Brain Drain, numero monografico di Studi Emigrazione/Migration Studies, XLI, n.156.

• Avveduto S. (2004). La mobilita delle alte qualifiche in Europa, Canada e USA, in: Studi Emigrazione/Migration Studies, XLI, n.156, 889-911.

• Hansen W., Avveduto S., Inzelt A. (2003). The Brain Drain-Emigration Flows for Qualified Scientists, Executive Summary and Conclusions, Report for the European Commission by MERIT.

• Brandi C. (2001). Skilled Immigrants in Rome, International migration (Geneva, Print) 39, pp. 101–131.

• Brandi M.C. (2001). Evoluzione degli studi sulle skilled migration: brain drain e mobilità, in: Studi Emigrazione/Migration Studies, XXXVIII, n.141, 75-93.

• Avveduto S. (2001). International mobility of PhDs, in OCDE, Innovative people: mobility of skilled personnel in national innovation system, pp. 229-242.

• Avveduto S., Cipollone P.E., (a cura di) (1998). La mobilità delle intelligenze in Europa. Internazionalizzazione della formazione e dottorato di ricerca, Francoangeli, Roma.

• Brandi M.C. (1998). La formazione e l’occupazione degli stranieri residenti a Roma nel 1996, in: Studi Emigrazione/Migration Studies, n. 131.