Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali

La città educante IRPPS – CTN01_00034_393801

L’attività di ricerca si riferisce alla predisposizione e sperimentazione di metodologie e strumenti per la valutazione degli output del progetto Città educante che, finanziato dal MIUR, vede l’impegno di un partenariato molto ampio composto da soggetti privati (PMI) e pubblici quali, oltre molti istituti del CNR, le Università di Trento e Modena-Reggio Emilia.   Le modalità di valutazione adottate differiscono sulla base della tipologia dei risultati del progetto considerati. Nel caso di quelli relativi alla sperimentazione, su classi di scuole campione, delle metodologie didattiche multi mediali messe punto dal progetto, si ricorre a una  analisi valutativa sull’efficacia di tipo controfattuale utilizzando diversi test per la verifica dell’ apprendimento, definiti ad hoc,  e ricorrendo anche a focus group con i docenti coinvolti. Per la valutazione dei prodotti informatici e multi mediali che i diversi partner del Progetto realizzano a valere sul Progetto, si procede attraverso la costruzione, misurazione e analisi di indicatori complessi, acquisiti ricorrendo sia un’analisi tecnica degli stessi per verificarne il valore aggiunto rispetto a prodotti già presenti sul mercato sia ad interviste in profondità rivolte ai progettisti secondo un approccio di tipo storytelling.

Il compito dell’IRPSS nel progetto Città educante è quello della valutazione. Il modello di valutazione messa a punto e in fase di attuazione fa riferimento a due dimensioni di analisi: la prima è riferita al monitoraggio quanti-qualitativo e alla valutazione controfattuale della fase di sperimentazione nelle scuole secondarie di primo e secondo livello del Piemonte e in quelle primarie dell’Emilia Romagna degli strumenti formativi e delle metodologie didattiche sviluppate nell’ambito del progetto. Attraverso questa analisi si misura la capacità degli interventi attuati di raggiungere gli obiettivi prefissati dal progetto e il valore aggiunto in termini di apprendimento di alcuni degli strumenti realizzati per la sperimentazione. La seconda dimensione si riferisce all’analisi valutativa della qualità dei prodotti realizzati dal progetto nel suo complesso e si concretizza nella determinazione di valore di un indicatore complesso denominato, in base alla letteratura utilizzata, casa della qualità, che consente di misurare la qualità dei risultati conseguiti sulla base delle aspettative dei potenziali customer degli stessi.

L’attività formativa prevista dal Progetto Città educante è stata temporaneamente interrotta a seguito di richiesta da parte del CNR al MIUR di rinuncia alla formazione. Tale richiesta è stata trasmessa in data 13 giugno 2016 ed è al momento in attesa di risposta da parte del Ministero.”