Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali

EN IT
EN IT

AVIS-Scenario Planning

AVIS-Scenario Planning

 

Definire gli interventi di natura organizzativa, economica, normativa e di comunicazione atti ad affermare la donazione del sangue come prassi sociale in Italia al 2027 e promuovere il ruolo dell’AVIS come associazione di riferimento per la donazione del sangue in Italia

Read More

Sport e Integrazione

Sport e Integrazione

Il progetto di ricerca affronta il tema dell’integrazione nelle giovani generazioni e della sua relazione con la pratica sportiva, inserendosi nel recente dibattito sul ruolo dello sport come mezzo di integrazione e di lotta all’esclusione sociale a livello europeo e nazionale e sulla necessità di avviare nel nostro paese interventi atti a favorire la convivenza fra i giovani cittadini italiani e stranieri. Lo studio si avvale di un’indagine condotta presso studenti e di insegnanti e tratta i temi della partecipazione alla pratica sportiva dei giovani e della condivisione dei valori fondanti lo sport fra gli studenti, oltre ad altri aspetti relativi alle relazioni fra pari in ambito scolastico ed extrascolastico. Nel corso dell’anno scolastico 2016-2017 l’indagine è stata realizzata presso un campione di scuole  secondarie di primo grado, mentre nell’anno scolastico 2017-2018 coinvolgerà  un campione di scuole secondarie di secondo grado.
Il progetto si inserisce nell’ambito dall’accordo di programma per la promozione delle politiche di integrazione attraverso lo sport del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del CONI.

RAPPORTI COMPLETI DELLE INDAGINI 2016 E 2017

Accorinti M. Caruso M. G., Cerbara L., Menniti A., Misiti M., Tintori A. (2018). “Non conta se siamo stranieri, dobbiamo giocare tutti insieme.”, Roma: Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali. (IRPPS Working papers n. 106/2018)

Caruso M. G., Cerbara L., Menniti A., Misiti M., Tintori A. (2018). “Sport e integrazione per gli adolescenti italiani. Indagine 2017”, Roma: Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali. (IRPPS Working papers n. 108/2018)

Read More

ASL 2015-2018 Latina

ASL 2015-2018 Latina

L’IRPPS, seguendo un filone di attività che è iniziato nel 2013 in collaborazione con il Liceo Scientifico E. Majorana di Latina e l’Associazione Banca del tempo TempoAmico, ha sottoscritto un accordo di collaborazione per portare la ricerca statistica e sociale tra le mura scolastiche. Gli studenti sono invitati a seguire veri e propri progetti di ricerca nell’ambito dell’attività obbligatoria di Alternanza Scuola Lavoro e sul modello delle ricerche sociali basate su dati statistici e su metodologie di analisi qualitativa, per affrontare temi importanti, come quello dell’integrazione, dello studio dei fenomeni di violenza e devianza tra i giovani o dell’importanza e del ruolo del terzo settore come fornitore di sevizi essenziali alla collettività e alla convivenza civile. Al termine di ogni percorso si produce, anche in collaborazione con gli studenti, uno o più rapporti che danno conto sia dell’attività svolta, sia degli obiettivi raggiunti in termini formativi ma anche come strumenti diffusione della cultura scientifica e metodi didattici innovativi basati su forme laboratoriali e partecipate. Inoltre vengono organizzati eventi dimostrativi aperti sia al pubblico esterno, sia agli studenti che non hanno preso direttamente parte ai progetti.

 

Read More

DEA, Donne e Audiovisivo

DEA, Donne e Audiovisivo

La sotto-rappresentazione delle donne nel cinema appartiene al più ampio tema della parità di genere che coinvolge ambiti diversi: dal mercato del lavoro nel suo complesso, al mondo della ricerca scientifica a quello delle posizioni di top management nel settore privato, alla presenza nei CdA, alle differenze di salario.  Ma si estende anche ad altri aspetti della vita sociale dall’accesso ai finanziamenti, alla ripartizione dei carichi familiari, alla rappresentanza. Nel suo rapporto sul tema l’Unesco ricorda fra l’altro che la creatività non è di genere neutro e che le disuguaglianze nel settore creativo rispecchiano le barriere strutturali presenti in altri settori economici e nella società in generale.

Nel settore audiovisivo le disuguaglianze sono evidenti come già messo in evidenza da alcune ricerche pilota come quella condotta nell’ambito dell’European Women’s Audiovisual Network (EWA) :

– L’88% dei film a finanziamento pubblico italiano sono diretti da uomini. Solo nel 12% dei casi si registra una regia femminile.
– Il 79% dei film prodotti dalla Rai è stato diretto da uomini. Sono quindi solo il 21% i film prodotti dalla Rai con una regista .
– Il 90.8% dei film che arrivano alle sale cinematografiche è diretto da uomini. Meno del 10% (9,2%) sono i film diretti da donne che arrivano nelle sale cinematografiche

Finché l’industria cinematografica continuerà a offrire narrazioni e rappresentazioni del mondo da un punto di vista essenzialmente maschile, resteremo una società maschilista e patriarcale. L’Italia è al 127 posto (su 144) per quanto riguarda la parità di trattamento economico nel mondo del lavoro, secondo il Global Gender Gap report 2016.

Il progetto DEA si affianca alla ricerca del network EWA  che ha già prodotto dati importanti sull’Italia; nel corso del progetto saranno sviluppati percorsi ancora poco esplorati :

– Analisi delle ricerche in Europa e nel mondo

Rapporto Gap & Ciak – I divari di genere nel lavoro e nell’industria audiovisiva

– Analisi dei dati raccolti dalle associazioni professionali

* database delle professioniste/i nel mondo dell’audiovisivo

– Interviste sulle storie di vita di donne e uomini del cinema e del documentario

* Quali fattori ostacolano l’accesso e l’affermazione dei talenti femminili?

– Raccomandazioni ai policy makers

* Come dare una chance alla determinazione e alla qualità delle donne

Le figure professionali e i generi selezionati per lo studio sono:

* Regia

* Aiuto regia

* Sceneggiatura

* Adattamento

* Produzione (indipendenti)

• Generi

* Cinema narrativo

* Documentario

* Animazione

Un Comitato scientifico con funzioni di consulenza, expertise, supporto scientifico, impostazione e partecipazione alla diffusione dei risultati conseguiti nelle attività di ricerca.

Il comitato è composto da:

Maura Misiti IRPPS/CNR;

Adele Menniti IRPPS/CNR;

Mariangela Barbanente, DOC/IT;

Stefania Casini, Vice Presidente di DOC/IT;

Ilaria A. Depascalis, Università Roma 3;

Jole Giannattanasio, Direzione generale Cinema- MIBACT;

Massimo Guastini, communication consultant – copywriter & partner @ cOOkies adv;

Andrea Marzulli, SIAE;

Veronica Pravadelli, Università Roma 3.

3 report di ricerca
1 policy brief contenente le raccomandazioni
Produzione di materiale audiovisivo relativo alle tematiche del progetto
Incontri con policy e decision maker

Read More

Analisi dei Comportamenti Sociali e Demografici

Analisi dei Comportamenti Sociali e Demografici

Il progetto affronta lo studio delle relazioni che intercorrono tra tendenze demografiche recenti e comportamenti sociali e ha la finalità di avanzare nella conoscenza dei reciproci rapporti, di formulare ipotesi interpretative dei comportamenti in atto e di fornire elementi utili per indirizzare azioni di intervento da parte dei decisori politici. Le trasformazioni avvenute nella struttura della popolazione, l’esigenza di sostenere la partecipazione al mercato del lavoro delle donne; il fenomeno della violenza contro le donne, l’evoluzione dei rapporti di genere, l’immigrazione da paesi extracomunitari, la necessità di promuovere l’interesse da parte della popolazione, e soprattutto dei giovani, verso la ricerca scientifica sono tutti aspetti rilevanti dal punto di vista sociale, politico ed economico in relazione ai cambiamenti in corso e all’impatto  che comporteranno nella nostra società. E’ quindi importante continuare approfondire queste tematiche, attraverso studi specifici e lo sviluppo di nuovi metodi di analisi e strumenti di intervento.

Read More

Formazione Personale – attuazione Piano Triennale 2017-2019 – IRPPS

Formazione Personale – attuazione Piano Triennale 2017-2019 – IRPPS

Responsabile:  Adele Menniti     adele.menniti@cnr.it

L’attività progettuale è inerente alla formazione del personale ed è volta alla crescita professionale dei ricercatori, tecnologi, tecnici e amministrativi che operano presso l’IRPPS, sia con riferimento alle competenze scientifiche che a quelle tecniche e amministrativo-gestionali.  La metodologia utilizzata per l’analisi dei fabbisogni formativi si avvale del coinvolgimento del personale che, attraverso la compilazione di format predisposti ad hoc o tramite richieste dirette alla direzione o ai referenti per la formazione, indica le competenze che ritiene di dover rafforzare

Read More

INVFactor

INVFactor

INVFactor: Anche tu genio! è un progetto del CNR-Irpps dedicato a “giovani inventori” con lo scopo di convogliare, stimolare e valorizzare le intuizioni e le energie creative acquisite durante la formazione scolastica da ragazzi e ragazze italiane. L’iniziativa è stata realizzata nel 2010, 2011, 2012, 2013,  2014 e 2016, raccogliendo una grande adesione da parte delle scuole secondarie di secondo grado italiane e producendo un forte impatto mediatico. L’edizione del 2017 di INVFactor è finanziata dalla Commissione Europea.

Fornire visibilità e valorizzare le invenzione realizzate in ambito scolastico dai giovani; sensibilizzare i giovani a intraprendere le carriere scientifiche; ridurre l’influenza degli stereotipi sociali sul mondo scientifico e sugli scienziati.

Read More

SVEGLIE – Studio e valutazione dell’impatto delle misure di riequilibrio di genere previste dalla legislazione vigente in materia di cariche elettive e di governo

SVEGLIE – Studio e valutazione dell’impatto delle misure di riequilibrio di genere previste dalla legislazione vigente in materia di cariche elettive e di governo

 

A questo scopo il progetto ha previsto le seguenti linee di intervento volte a valutare:

  1. gli effetti delle misure introdotte sulla presenza delle donne nelle liste elettorali (Linea 1);
  2. gli esiti delle elezioni, evidenziando quindi le conseguenze delle misure di riequilibrio in termini sia di preferenze accordate alle elette sia di presenza femminile nelle assemblee elettive (Linea 2);
  3. le cariche di rilievo ricoperte dalle donne negli organismi esecutivi e nelle assemblee elettive (Linea 3).

Lo studio valutativo di tipo quantitativo, condotto per i livelli comunale, regionale, nazionale ed europeo  è stato completato da un approfondimento qualitativo relativo al solo livello comunale, svolto nell’ambito delle attività della Linea 3:
sono stati condotti 7 studi di caso in altrettanti comuni italiani allo scopo di analizzare comparativamente alcune pratiche di implementazione dell’attività politica delle elette. Inoltre sono stati analizzati alcuni casi controversi, ovvero i ricorsi per l’applicazione della quota di salvaguardia di genere.

Quest’ultima fase di ricerca ha consentito di valutare il cambiamento sociale perseguito nelle realtà analizzate, esaminando le conseguenze che la maggiore presenza femminile nelle assemblee elettive ha prodotto rispetto ai processi decisionali, con particolare riferimento alla promozione delle politiche di pari opportunità.

La riflessione sui risultati emersi, congiuntamente all’analisi della letteratura nazionale ed internazionale sul tema della cittadinanza delle donne,  ha contribuito alla formulazione di policy volte ad aumentare la presenza femminile e la sua influenza nei processi decisionali.

– Rapporto finale dell’attività di ricerca e valutazione in materia di cariche elettive e di governo
– Le donne nel processo di decisione politica e nell’azione di governo: Approfondimenti qualitativi

Accorinti Marco, Igor Benati, Maria Monica Cariola, Maria Girolama Caruso, Alida Castelli, Matilde Crisi, Pietro Demurtas , Greta Falavigna, Ugo Finardi, Alessandro Manello, Adele Menniti, Elena Ragazzi, Lisa Sella.

Read More

Rilevazione continua dell’attività dei Centri Antiviolenza della Regione Abruzzo

Rilevazione continua dell’attività dei Centri Antiviolenza della Regione Abruzzo

Il progetto ha la finalità di predisporre un sistema di rilevazione continua delle attività dei centri antiviolenza abruzzesi. Promotore e finanziatore dell’iniziativa è la Regione Abruzzo che intende dotarsi di uno strumento di rilevazione che abbia le caratteristiche di uniformità, facilità di utilizzo e disponibilità continua di informazioni. Questi dati serviranno come base informativa per la futura costituzione di un osservatorio regionale sull’attività dei centri antiviolenza in risposta ad una domanda informativa nazionale che è stata rivolta a tutte le Regioni da parte degli organi preposti. A latere delle azioni principali, il progetto prevede anche una parte di studio dell’impatto sociale dell’attività di almeno un centro antiviolenza ed anche una parte di formazione agli operatori del settore necessaria per il corretto funzionamento dello strumento di rilevazione.

Le attività sono suddivise in tre macro-attività:

– Implementazione del sistema di rilevazione continua digitale e produzione di indicatori e statistiche regionali

– Produzione di approfondimenti qualitativi sulle attività di contrasto e prevenzione della violenza di genere sul territorio regionale

– Formazione degli operatori del settore su metodi e strumenti della ricerca sociale

Read More

ViVa – Monitoraggio, Valutazione e Analisi degli interventi di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne

ViVa – Monitoraggio, Valutazione e Analisi degli interventi di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne

Il progetto ViVa realizzato nell’ambito di un accordo di collaborazione con il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si compone di due principali ambiti d’azione. Il primo prevede la realizzazione di un’indagine sull’offerta dei servizi di supporto alle donne vittime di violenza con il duplice obiettivo di:

  • pervenire ad un quadro conoscitivo analitico quanti-qualitativo del sistema di supporto alle vittime,

  • definire la “filiera   ottimale   dei   servizi”   di   prevenzione,   accoglienza,   recupero   e reinserimento.

La rilevazione dei soggetti territoriali specialistici e generali programmata in tale ambito ha ricevuto l’approvazione della Commissione per l’Etica della Ricerca e la Bioetica del CNR.

Il secondo ambito si concretizza nel supporto alle politiche di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne, attraverso:

a) un insieme di attività di ricerca-azione volte a sostenere il DPO nella messa in opera del Piano Strategico Nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020  e

b) mediante una valutazione (ex post) dei processi attuativi, delle realizzazioni e dei risultati del precedente Piano (2015-17) e ulteriori analisi valutative (ex-ante e in itinere) delle realizzazioni del nuovo Piano (2017–2020).

In particolare, il progetto prevede le seguenti fasi, corrispondenti a Working Package:

WP1. Rilevazione dei soggetti specialistici e generali a supporto delle vittime di violenza di genere attivi sul territorio nazionale ai sensi della normativa vigente.

WP2. Definizione e messa a punto di strumenti per il monitoraggio quali quantitativo del sistema di assistenza e supporto alle vittime della violenza di genere.

WP3. Analisi campionaria della funzionalità operativa del sistema d’offerta territoriale dei servizi specialistici e generali.

WP4. Contributo all’attuazione operativa del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020.

WP5. Valutazione ex ante del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020.

WP6. Valutazione delle realizzazioni e risultati degli interventi attuati a valere sul Piano d’azione straordinario 2015-2017 contro la violenza sessuale e di genere.

Stefano Boffo, Beatrice Busi, Augusto Cocorullo, Pietro Demurtas, Valentina Falcone, Anna Gadda, Francesco Gagliardi, Alice Mauri, Adele Menniti, Maura Misiti, Lorella Molteni, Cristina Oddone, Pamela Pasian, Caterina Peroni, Marta Pietrobelli, Angela Toffanin.

Valutazione delle realizzazioni e risultati degli interventi attuati a valere sul Piano d’azione straordinario 2015-2017 contro la violenza sessuale e di genere

Valutazione ex ante ed in itinere del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020

Read More